Gallipoli: gli Eventi Imperdibili Assolutamente da Vedere

Mare di Gallipoli

Gallipoli, la Città Bella del Salento universalmente conosciuta per le sue splendide spiagge, non è solo un luogo in cui vivere il mare.

Nella Perla dello Jonio infatti, oltre alle bellezze naturali e ai a tanti luoghi artistici da vedere, in ogni periodo dell’anno ci sono numerosi eventi imperdibili che la rendono la meta ideale per chi vuole soggiornare a Gallipoli e trascorrere un periodo di vacanza in ogni stagione dell’anno.

Di seguito le manifestazioni più belle a cui partecipare se ci si trova nell’area gallipolina.

Gli Eventi Gallipolini più belli

Carnevale di Gallipoli

Uno tra i più noti della Regione Puglia, il Carnevale Gallipolino affonda le sue radici nel medio evo.

Carnevale di Gallipoli

La tradizione è strettamente legata a riti pagani e precristiani che si fondono tra sacro e profano.

La manifestazione carnevalesca infatti inizia il 17 gennaio di ogni anno, in occasione dei festeggiamenti di Sant’Antonio Abate, quando con il rito propiziatorio del fuoco, legato al mito di Prometeo, si accendono le Focareddhe, cataste formate da foglie e rami d’ulivo, che vengono bruciate sulle piazze cittadine.

La manifestazione allegorica si conclude poi l’ultima domenica di carnevale e il martedì grasso lungo corso Roma, quando si svolge la sfilata finale dei carri in cartapesta e dei gruppi in maschera.

L’evento accoglie ogni anno diverse migliaia di spettatori provenienti da ogni parte del mondo che giungono appositamente per godersi lo spettacolo.

Anticamente il Carnevale gallipolino si svolgeva solo nelle stradine della città vecchia, per poi sposarsi negli anni 50 del secolo scorso nelle vie del borgo nuovo.

Il crescente successo ha fatto sì che il Carnevale di Gallipoli, col tempo, diventasse uno dei più belli e noti d’Italia.

Per tale motivo nel 2006 è stato inserito nel circuito della Lotteria Italia, affiancandosi altre prestigiose manifestazioni nazionali.

Riti della Settimana Santa

I i riti della Settimana Santa rappresentano a Gallipoli un altro evento locale molto sentito dagli abitanti del posto ma anche apprezzatissimi dai turisti.

A Gallipoli i riti della Settimana Santa iniziano il venerdì che precede la domenica delle palme e durano fino alla domenica di Pasqua.

Sarà perchè, assistere ai cerimoniali che precedono la Pasqua nell’incantevole cittadina che si affaccia sul mare, suscita stupore e meraviglia per via dell’incredibile silenzio che pervade le strade, nonostante la calca di gente che le popola.

Una surreale atmosfera che merita di essere vissuta almeno una volta nella vita: un pellegrinaggio che si protrae fino a notte fonda, coi confratelli incappucciati che, per visitare i sepolcri, avanzano al rullo dei tamburi e facendo squillare le trombe, con suoni cupi e improvvisi che colmano l’atmosfera di un’indescrivibile emozione.

Festa di Santa Cristina

I festeggiamenti in onore della Santa compatrona di Gallipoli insieme a Sant’Agata, si svolgono dal 23 al 25 luglio di ogni anno.

Santa Cristina di Gallipoli

Viene considerata la protettrice della gente di mare da quando, nel 1867, secondo la credenza popolare, liberò la città dal colera.

Alla Santa infatti è attribuito il miracolo straordinario della fine dell’epidemia che coincise proprio con l’inizio del triduo di funzioni religiose in suo onore.

I festeggiamenti si svolgono per le vie del paese, con luminarie e bancarelle che abbelliscono tutto Corso Roma rendendolo molto caratteristico.

Tradizionale anche la Cuccagna a mare che si svolge nel porticciolo situato nel seno del Canneto in mezzo ad una folla esultante.

Si tratta di una gara fra giovani che tentano di arrampicarsi su di un palo di legno messo in verticale a prua di un peschereccio, con lo scopo di prendere la bandierina tricolore posta all’estremità.

Spettacolo emozionante e di fervente ansia in attesa della consegna della coppa al vincitore.

Secondo un’antica credenza tutt’ora molto sentita, nel giorno di Santa Cristina, non si poteva fare il bagno a mare perchè la Santa avrebbe chiamato a sé due persone, in una sorta di sacrificio.

Tale superstizione nacque nel 1807, quando un bambino di 11 anni morì in mare e si pensò al fatto come ad una trasgressione del giorno sacro che va santificato con la rinuncia ai piaceri.

In occasione della festa Gallipoli si riveste di un’atmosfera particolarmente suggestiva.

Si affiancano ai festeggiamenti le bande musicali che suonano per le vie della cittadina e i magnifici spettacoli pirotecnici a cui assistono fedeli, visitatori e turisti, che giungono numerosi in città per partecipare al tradizionale evento.

Da segnalare infine, tra i numerosi eventi che si svolgono a Gallipoli tutto l’anno:

  • le svariate sagre e fiere di piatti tipici, occasioni in cui è possibile degustare tante prelibatezze locali;
  • i concerti che avvengono a cadenza periodica di cantanti famosi sia italiani che stranieri;
  • il conosciutissimo Premio Barocco che si tiene in estate, nel mese di agosto, nella splendida cornice del porto che fa da sfondo sul mare di Gallipoli.

In conclusione, qualunque sia il periodo dell’anno in cui deciderai di visitare Gallipoli, avrai la certezza di poter assistere e partecipare a qualche evento che di certo ti lascerà un bellissimo ricordo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *