Cosa visitare a Roma in un weekend

Vista del Colosseo in mezzo agli alberi

C’è un tipo di turismo che si è affermato negli ultimi anni, è quello mordi e fuggi. Una notte fuori casa, per godersi le più belle città italiane. Un modo per staccare la spina senza spendere troppo, ma riuscire a vedere tutte le attrazioni turistiche in così poco tempo è abbastanza complicato.

Tra le città italiane più gettonate, spiccano Roma, Firenze e Milano. Se poi ci si sposta all’estero, le città in cui si può prenotare sono Parigi, Londra, Bruxelles, New York. Parliamo di alberghi di lusso, dotati di ogni comfort, o di spa che sapranno accogliere e coccolare i propri ospiti. Forse in molti si staranno chiedendo cosa fare in 24 ore in una città, se si viaggia per piacere e non per lavoro. Di itinerari ve ne sono molti, soprattutto scegliendo di trascorrere una notte a Roma. La nostra capitale può essere davvero l’ideale: cultura, divertimento, gastronomia, storia. Tutto in una sola giornata, camminando un po’.

Vediamo insieme cosa vedere a Roma in un giorno. Punto di partenza classico è il Colosseo, dal quale raggiungere a piedi molteplici siti di notevole interesse. L’arena dei gladiatori è pronta ad ospitare i turisti anche con visite guidate.

Fori RomaniLa fila è molto lunga e sinceramente l’interno del Colosseo non giustifica un’attesa del genere, soprattutto sotto al sole. Il nostro consiglio è di ammirare l’Anfiteatro Flavio dall’esterno, scattare le consuete foto di rito e poi dirigersi verso l’ingresso del Palatino. Qui la fila è meno copiosa e una volta entrati potrete ammirare una delle viste più belle sui Fori Romani.

Una volta terminato il tour potrete procedere verso Via dei Fori Imperiali così da giungere a Piazza Venezia. Qui non potrete non ammirare il famoso Altare della Patria, monumento dedicato a Vittorio Emanuele II di Savoia, il primo Re d’Italia.

Qui l’ingresso è libero, entrare all’interno e salite fino alla penultima terrazza, per il secondo panorama mozzafiato della giornata. Purtroppo a Roma si stanno facendo i lavori della Metro C per realizzare la fermata al Colosseo e la vista sarà deturpata da cantieri e alte gru.

Fontana di TreviTorniamo sulla strada e incamminiamoci lungo Via del Corso per poi svoltare a destra per giungere presso la Fontana di Trevi, senza dimenticarsi che l’intero percorso è costellato di vie dello shopping. Negozi di souvenir e negozi d’alta moda si alternano, così che la lunga passeggiata che vi attende sarà un modo in più per conoscere ed apprezzare Roma.

A meno di 10 minuti a piedi vi è la famosa Piazza di Spagna, con la sua scalinata di Trinità dei Monti composta da 135 gradini. Se non siete troppo stanchi, vi consigliamo di salirli per raggiungere il Pincio, con la sua famosa terrazza che domina tutta la capitale. Una passeggiata per Villa Borghese, un giretto in barca nel giardino del Lago e poi un bel gelato.

Dove cenare a Roma

Probabilmente il pomeriggio sarà trascorso, potete scegliere di tornare in albergo, oppure passare la serata a Trastevere, il famoso quartiere storico di Roma. Qui ci sono tantissime trattorie molto caratteristiche, ovviamente lo stampo è turistico, ma con una rapida selezione su TripAdvisor troverete uno posticino carino dove si mangia anche bene.

Dopo cena facciamo una passeggiata per Trastevere e poi prendiamo un taxi per raggiungere Piazza Navona. Sarebbe meglio visitarla di giorno, ma non abbiamo tutto questo tempo a disposizione. Ammiriamo la Fontana dei fiumi, uno dei capolavori di Bernini, la chiesa di Santa Agnese ad opera di Borromini e poi attraversiamo Corso Rinascimento, alla volta del Pantheon. Qui vi consigliamo di prendere la famosa granita al caffè della Tazza d’oro.

Secondo giorno: Vaticano e San Pietro

La mattina seguente continuare il tour. Il classico itinerario di Roma non può che proseguire con la visita a Città del Vaticano, con tappa obbligata la Cappella Sistina ed i suoi meravigliosi affreschi. Armatevi di pazienza perchè la fila per i Musei Vaticani è molto lunga. Un giretto per San Pietro e poi di corsa verso Castel Sant’Angelo.

Basilica di San Pietro

Se invece preferite trascorrere una mattinata lontana dai classici siti turistici, una buona idea potrebbe essere quella di dare un’occhiata ai numerosi mercatini della città, come ad esempio Porta Portese.  Idee vintage, esotiche, alternative, classiche. Si trova di tutto, d’altronde siamo a Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *