Visitare Los Angeles in automobile

L’America. Un luogo che da sempre ha affascinato i turisti di ogni parte del Mondo. Un continente molto spesso identificato con una nazione, un vero e proprio simbolo di un determinato stile di vita: gli Stati Uniti. Sarà proprio negli USA che affronteremo il nostro viaggio.

Esistono molte possibili sfaccettature da tenere in considerazione quando si visita questa nazione. Bisogna, per prima cosa, chiare i propri obbiettivi. In base a ciò che stiamo cercando saremo in grado di decidere la rotta da percorrere. Per questa nostra avventura americana, noi abbiamo scelto Los Angeles.

Ok, la scelta può suscitare qualche dubbio. Certamente non per l’attrattiva turistica di questa città, da sempre molto alta, ma più che altro per l’apparente limitatezza del viaggio. Una sola città? Sì, una sola città. Ma non una qualunque. Parliamo di un luogo che, come una bambola russa, ne contiene molti altri al suo interno. Una metropoli tanto vasta è, per forza di cose, caratterizzata da una grandissima varietà in ogni ambito, da quello storico a quello sociale, da quello culturale a quello economico.

Tanta vastità, nella Città degli Angeli, si traduce in molti nomi. Si tratterebbe di quartieri, ma le loro caratteristiche rendono difficile l’utilizzo di questa parola. Hollywood, Beverly Hills e Santa Monica sono molto di più. Sono delle vere e proprie città dentro la città.

Per scoprirle tutte, e soprattutto per cercare di conoscerle, c’è bisogno di un viaggio che ci porti a cavallo tra le loro differenze, per vederle da vicino, per viverle. Per questo abbiamo scelto il noleggio auto a Los Angeles. Visitare LA senza automobile non ci permetterebbe di trasformare la vacanza in questa città in un vero e proprio viaggio. Quando ci si trova qui, infatti, la parola d’ordine è una: highways. Attraverso queste superstrade è possibile muoversi tra i quasi 90 quartieri di Los Angeles.

Hollywood

Per iniziare il nostro percorso abbiamo scelto Hollywood: da qui ci sposteremo verso la costa, passando per Beverly Hills e arrivando sulle spiagge di Santa Monica. Hollywood è la città del cinema, un luogo del quale tutto il Mondo parla in continuazione. La terra promessa delle grandi star e di chi vuole diventarlo. Pochissimi visitatori, tra tutti quelli che arrivano qui ogni anno, riescono a resistere a una foto di fronte alla celebre scritta della collina del Cahuenga Peak.

Immancabile, ovviamente, anche un giro sul Boulevard Hollywood, una strada conosciuta anche come Walk of Fame, caratterizzata dalle mitiche stelle di bronzo. Dopo aver conosciuto al meglio l’atmosfera del mondo dello spettacolo, partiremo alla scoperta della seconda tappa del nostro itinerario.

Spostandoci da West Hollywood, infatti, andremo verso ovest e raggiungeremo Beverly Hills. Qui sorgono le ville più esclusive di tutta la città e, tra i tanti quartieri di Los Angeles, questo è certamente quello più glamour. Per la serie “cose da fare assolutamente a LA”, irrinunciabile una passeggiata su Rodeo Drive (nella foto in basso), forse la strada più famosa della California e degli Stati Uniti, con i suoi negozi d’alta moda a prezzi non proprio accessibili.

Rodeo Drive

A questo punto sarà il momento di lanciarsi di nuovo in auto e raggiungere, attraverso Westwood, l’elegante quartiere dei club e dei grattacieli, la nostra ultima meta: Santa Monica.

Questa zona è famosa soprattutto per le sue enormi spiagge di sabbia bianca, con un meraviglioso lungomare e la Third Street Promenade, una grande isola pedonale nella quale sono presenti molti negozi. Inoltre è anche possibile fare un giro sulla ruota panoramica del luna park del molo, dalla quale si gode di un’ottima vista sul mare e sulla città.

Santa Monica

Attraversando l’Ocean Front Walk, infine, si raggiunge Venice Beach, dove è possibile incontrare molti personaggi divertenti e tipicamente americani, come i surfisti e i numerosi artisti di strada. Successivamente arriverà il momento di salutare anche Santa Monica, magari per proseguire verso sud in cerca di un’altra città dentro la città. Del resto, è davvero impossibile capire dove inizia e dove finisce un mondo grande come quello di Los Angeles.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *