La Turchia in caicco, un’idea di vacanza alternativa

Caicco per una crociera in Turchia

È tempo di decidere dove andare quest’estate, molti avranno già qualche idea, altri non si sono ancora decisi. Per tutti coloro che desiderano provare una vacanza alternativa e al contempo rilassante, proponiamo come meta la Turchia, ma da girare in caicco! Questo è uno dei modi migliori per godersi ogni angolo di questa splendida terra a metà tra Europa e Asia. Spiagge, baie, zone rocciose, niente sarà più un segreto una volta saliti a bordo della nostra imbarcazione, solcheremo mari come il Mediterraneo, l’Egeo, il Mar Nero, ci tufferemo nelle loro acque lasciandoci alle spalle il caos di un villaggio turistico.

Questa tipologia di vacanza è sconsigliata a chi soffre il mal di mare, dato che il caicco è una barca a vela che in origine veniva utilizzata per pescare o per lo scambio di merci. Costruito rigorosamente in legno offre ampi spazi al suo interno e le comodità davvero non mancheranno, ma è necessario avere spirito di avventura e una gran voglia di vivere il mare.

La prima cosa da fare è prenotare il caicco di nostro interesse, in base alla grandezza, all’anno di costruzione, all’equipaggio a bordo, al materiale con cui è fabbricato. I porti da cui partire una volta atterrati in Turchia sono diversi, ad esempio quello di Bodrum o di Antalya. È ovviamente possibile anche affidarsi ad agenzie che organizzeranno il tutto per noi scegliendo itinerari che variano per soste e durata del viaggio.

Il grande vantaggio di una crociera in caicco è la possibilità di conoscere anfratti che sono pressoché inaccessibili a piedi, senza però perdere l’opportunità di visitare i monumenti ed i siti archeologici che hanno reso la Turchia così apprezzata dai turisti. Partendo da Bodrum tappa obbligata è la spiaggia di Cleopatra, con sabbia finissima proveniente, secondo la leggenda, dal Nord Africa per volontà di Antonio. Anche nuotare nelle acque dell’arcipelago Yedi Adalari, cioè delle sette isole, è un’esperienza unica.

Nota di merito per la necropoli di Caunos, dopo aver ammirato alcune tombe licie possiamo da qui continuare l’esplorazione fino ad arrivare ad una zona paludosa habitat di falchi, ma soprattutto delle tartarughe caretta caretta. Consigliato anche il golfo di Fethiye ed in particolar modo alcune sue baie, come la Baia del Muro, la Baia Profonda e la Baia delle Rovine.

Di itinerari  di viaggio ce ne sono davvero tanti. Molto interessante è quello che, con partenza ad esempio da Olympos, permette la visita alla città sommersa di Kekova, nell’omonima isola. La zona sommersa è area protetta, qui è vietato fare il bagno per salvaguardare le acque depredate in passato da continui furti. L’isola di Kekova concede anche circa 8 Km di coste, fiordi, acque cristalline. Questa meta è proposta anche in alcuni pacchetti della durata di 3 giorni. È dunque possibile trascorrere un vacanza tradizionale in Turchia e poi decidere di dedicare qualche giorno alla crociera, il che potrebbe essere un giusto compromesso per chi non se la sente di viaggiare solo per mare.

Questi sono solo alcuni dei numerosi  percorsi che possiamo effettuare con un caicco, imbarcazione che ci regalerà una vacanza surreale. Anche le serate a bordo saranno rese particolari dall’equipaggio e dall’atmosfera che si crea con i vari compagni di viaggio. Gustando pietanze tra musiche turche, notti stellate e l’immancabile odore del mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *